Hello!

Benvenuti sul mio sito! Quello che vedete in alto è il menù, ma io preferisco chiamarlo treno. Ogni parola è un vagone e contiene passeggeri e viaggiatori. Tutti insieme stanno tracciando il mio percorso professionale.

Ecco subito qualche dettaglio: lavoro da anni come ufficio stampa di singoli artisti o festival. Tra i cartelloni più importanti, quello estivo dell’EMP Ente manifestazione pescaresi: ovvero Pescara Jazz, Funambolika, la Grande Danza, passando per alcuni concerti ospitati nell’arena teatro D’Annunzio come quello di Francesco De Gregori o Carmen Consoli. Sotto la pagina Uffici Stampa (nel progetto chiamato PeFest) trovate qualche info in più. Ho seguito anche la promozione di jazzisti come Giovanni Ceccarelli, pianista marchigiano ormai di stanza a Parigi, è tra i musicisti coinvolti nel disco InventaRio con Ivans Lins, candidato ai Grammy Awards, o quella degli album Skin e Dois Lugares (l’uno del padovano Nicola Lancerotti, da una vita residente a Bruxelles, l’altro della lombarda (ma dall’animo brasilianissimo) Francesca Ajmar). Tra le 1000 esperienze ricordo sempre con piacere quella della tournée in Africa, organizzata in collaborazione con Fondazione Musica per Roma e il Ministero degli Esteri nel 2013. La partenza di quello che abbiamo chiamato Thunupa African Tour coincise con il giorno del matrimonio di una mia carissima amica, Stefy.

Dal luglio 2014 collaboro inoltre con Il Messaggero di Pescara in qualità di Referente Spettacoli. Tra le interviste più spassose, quelle a Teo Teocoli e Renzo Arbore. Profonda quella a Concita De Gregori, firma de La Repubblica. A proposito di carta stampata, ho avuto modo di tenere un ciclo di lezioni intitolate “Giornalismo&Narrativa” nelle scuole superiori cittadine. In collaborazione con il #FLA Festival delle Letterature dell’Adriatico. Una bella avventura.

A livello organizzativo, invece, è con ALTOTENORE che coinvolgo da anni giovani artisti o grandi nomi dello spettacolo. Tra quelli incontrati, la cantante Kelly Joyce, simpatica oltre che bella e brava, ma anche mostri sacri che hanno fatto la Storia della Musica, come Lee Konitz, sassofonista, o Philip Catherine, chitarrista. Non mancano spettacoli con  ex sportivi di calibro olimpionico: è il caso di Fabrizia D’ottavio convertitasi al palcoscenico in veste di ballerina (qui alcune locandine).

Dimenticavo: sono una Toro, non fumatrice, ex pallavolista. Prima di tornare a Pescara, dove sono nata agli inizi dei mitici anni ’80, ho vissuto a Milano e Roma per le prime esperienze lavorative, mentre la formazione accademica è avvenuta a Firenze prima, per la laurea in Media&Giornalismo, e a Bruxelles dopo per una specializzazione in Comunicazione&Marketing di due anni maturata alla ULB – Université Libre de Bruxelles.

Per me il bicchiere è sempre mezzo pieno… santé!